histats.com - statistiche web
Category

Normativa

Fatturazione Elettronica

By | Normativa | No Comments


I SOGGETTI DELLA FATTURAZIONE ELETTRONICA

In una fattura elettronica possono essere individuati i seguenti soggetti:

·         Cedente/Prestatore: è il soggetto che ha venduto i beni o eseguito la prestazione oggetto dalla fattura. Elemento sempre presente.

·         Cessionario/Committente: è il cliente che ha acquistato i beni o ricevuto le prestazioni. Elemento sempre presente. Oltre ad essere identificato dai normali riferimenti – Ragione sociale, Partita IVA e Codice Fiscale – è qualificato:

o   nel caso della Pubblica Amministrazione, obbligatoriamente, dal Codice Univoco Ufficio riportato nel campo “codice Destinatario”

o   nel caso di soggetto privato:

§  se è un soggetto IVA, la fattura può facoltativamente prevedere un codice Destinatario o un indirizzo PECDestinatario

§  se è un consumatore finale: non prevede né Codice Destinatario né PEC.

·         Emittente: è il soggetto cui è stata eventualmente delegata l’emissione della fattura a norma dell’art. 21, 1° comma del DPR 633/72. Elemento presente se l’emissione viene eseguita da un soggetto diverso dal Cedente/Prestatore o eventualmente dal Cessionario/Committente.

·         Trasmittente: è il soggetto che esegue la trasmissione all’SDI. Elemento sempre presente; può coincidere con il Cedente/Prestatore o, se presente, con l’Emittente.
Nel caso di invio tramite il servizio HUB Sistemi/Fatture il ruolo di trasmittente viene assunto da Sistemi.

Fatturazione Elettronica

By | Normativa | No Comments

Firma digitale


Cos’è la firma automatica e in cosa differisce dalla firma digitale con smart card?

Nelle soluzioni Sistemi le tipologie di firma digitale sono due:
·         Firma digitale apposta sul documento mediante dispositivi quali smart card o token USB; questa modalità di firma prevede la firma di ogni singolo documento e richiede pertanto più tempo per completarsi. La firma digitale è già da tempo disponibile nell’ambito delle soluzioni Sistemi ed è inclusa nel canone. Dal punto di vista tecnico è basata sulle librerie di firma InfoCert, con la possibilità di attivare le librerie Namirial in caso le caratteristiche dell’installazione lo richiedano. La firma digitale mediante smart card o token USB non può essere utilizzata per firmare fatture da Sportello fatture e FattureWeb.
·         Firma digitale automatica: è un particolare tipo di firma digitale remota che consente di eseguire firme massive su più documenti e senza che vi sia la necessità da parte del firmatario di presidiare il dispositivo per la generazione della firma digitale, ed è tecnicamente stata concepita per impiegare tempi di firma molto ridotti. La firma digitale automatica è quindi la soluzione ideale nei contesti dove si tratti di firmare massivamente grandi quantità di fattureoltre ad essere il sistema con cui è possibile firmare fatture emesse con FattureWeb o pervenute su Sportello fatture.
 

Fatturazione Elettronica – destinazione.

By | Normativa | No Comments

Dal 1° Gennaio 2019 entrerà in vigore l’obbligo di fatturazione elettronica tramite il Sistema di Interscambio (SDI) per le cessioni di beni e per le prestazioni di servizi effettuate tra soggetti IVA residenti o stabiliti in Italia (Legge 07 Dicembre 2017 n° 205).
In ottemperanza a tale disposizione la PFS SISTEMI S.r.l. Le chiede di comunicare (a mezzo mail (info@pfsistemi.net), la modalità che Lei utilizzerà ai fini della ricezione della fattura elettronica, indicando l’indirizzo PEC oppure il Codice Destinatario.

ATTENZIONE: a seguito della nuova normativa, la fattura in XML sarà l’unico elemento valido per il recupero dell’IVA e la deducibilità dei relativi costi. Nulla ricevendo, come chiarito nel Provvedimento 89757/2018 la nostra Società effettuerà l’invio al Sistema di Interscambio (SDI) utilizzando il codice generico “0000000”, in tal caso la fattura elettronica sarà disponibile nell’area riservata del sito web dell’Agenzia delle Entrate.

FATTURA ELETTRONICA

By | Normativa | No Comments

ASSEGNAZIONE MASSIVA

Nel sito FATTURE E CORRISPETTIVI dell’Agenzia delle Entrate è stata inserita la possibilità di assegnare in maniera massiva la modalità di ricezione delle fatture passive . (Vedi figura allegata)

Edilizia – Riduzione contributiva per l’anno 2017

By | Normativa | No Comments

Il Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del 05/07/2017 ha confermato per l’anno 2017, nella misura del 11,50%, la riduzione contributiva a favore delle imprese edili.

L’INPS, con la Circolare n. 129 del 1/09/2017, fornisce le indicazioni operative per l’ammissione alla riduzione contributiva nel settore dell’edilizia per l’anno 2017

Proroga al 20 agosto anche per i versamenti di imposta dei lavoratori autonomi – Fonte MEF

By | Normativa | No Comments

Comunicato Stampa N° 131 del 26/07/2017

Dal 21 luglio 2017 al 20 agosto 2017 anche i lavoratori autonomi potranno effettuare i versamenti delle imposte con una lieve maggiorazione, a titolo di interesse, pari allo 0,40 per cento. Il nuovo termine verrà formalizzato con un Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) su proposta del Ministro dell’Economia e delle Finanze che sarà firmato nei prossimi giorni. Il DPCM uniformerà il trattamento tra titolari di reddito di impresa e titolari di reddito di lavoro autonomo.

In dettaglio, i versamenti interessati dalla nuova scadenza sono quelli derivanti dalla dichiarazione dei redditi, dalla dichiarazione Irap e dalla dichiarazione in materia di imposta sul valore aggiunto di imprenditori e lavoratori autonomi.

Con un altro DPCM, in dirittura d’arrivo, viene prorogato, al 31 ottobre 2017 il termine per la presentazione della dichiarazione dei sostituti d’imposta (modello 770) e delle dichiarazioni in materia di imposte sui redditi e di Irap.

L’Organizzazione dello Studio – Convegni

By | Normativa | No Comments

L’organizzazione dello Studio è al centro dei due incontri che si terranno presso la sede dei rispettivi Albi CDL di Trapani ed Agrigento .

Relatore dell’incontro sarà il Dott. Carlo Maletta , già presidente dell’Albo CDL di Messina; il suo intervento sarà preceduto da una breve introduzione a cura di Renato Popolano (titolare della PFS Sistemi S.r.l. e CDL iscritto all’albo Provinciale di Trapani ) : L’introduzione sarà relativa alla risposta delle aziende di software al tema dell’argomento trattato.

Le date :

Trapani :   Mercoledì  31 Maggio ore 09.00  c/o sede CDL  Via Virgilio Q.re Portici TP

Agrigento  Venerdì     09 Giugno ore 15.00  c/o sede CDL Via Lombardia, 24/A – 92100 AGRIGENTO (AG)

Bonus bebè 2017

By | Normativa | No Comments

Il bonus bebè 2017 Inps nuovi nati e adottati, è stato confermato definitivamente con specifico Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 83 del 10 Aprile 2015.

La circolare INPS n. 93, ha poi spiegato e chiarito le modalità di presentazione della domanda bonus bebèper via telematica, il modulo da utilizzare e la scadenza entro la quale la neo mamma o il genitore che ha adottato o ha preso in affido il bimbo, deve presentare la richiesta.

Il Bonus bebè 2017, chiamato anche assegno di natalità è un contributo economico che lo Stato eroga, per mezzo dell’Inps, come aiuto alle famiglie con basso reddito.

Infatti, solo le famiglie che rientrano in precisi limiti di reddito Isee possono presentare la richiesta per accedere al beneficio riservato alle neo mamme, mamme adottive o affidatarie, rispettivamente per ogni bebè nuovo nato e per ogni minore adottato o in affido, dal 1° gennaio 2015 ed il 31 dicembre 2017.

L’importo dell’assegno di natalità è pari a 80€ al mese per chi ha un reddito ISEE fino a 25.000 euro, cioè 960 euro l’anno per ogni figlio nuovo nato o adottato, e 160 euro, pari a 1920 euro l’anno per i redditi sotto i 7mila euro.

Per quanto riguarda invece la durata del bonus bebè 2017, è di 3 anni a partire dalla data di nascita del bambino o dalla data di entrata del minore in famiglia, qualora sia stato adottato o preso in affidamento.

Oltre a questo tipo di aiuto, la nuova Legge di Bilancio 2017, ha introdotto a favore delle donne in gravidanza, un nuovo assegno di natalità anticipato riservato alle future mamme che entrano nel 7° mese di gravidanza.

Esattamente questo nuovo aiuto si chiama bonus mamma domani, ossia, un bonus bebè di 800 euro che dal 4 maggio 2017 è richiedibile dalle future mamme e dalle mamme che hanno già partorito il bebè nel primi mesi del 2017.

Per loro, previa domanda di accoglimento all’Inps, è prevista l’erogazione di un bonus bebè di 800 euro in unica soluzione e un nuovo bonus bebè nido di 1000 euro per 3 anni per i bambini iscritti all’asilo nido.

 

Fonte : Internet – Guida Fisco

Ag.delle Entrate – Compensazioni F24

By | Normativa | No Comments

Con l’art. 3 del D.L. n.50/2017 , si prevede l’obbligo esclusivo dei servizi telematici in caso di utilizzo in compensazione, delle seguenti tipologie di credito :

Credito IVA (annuale e trimestrale), IRES, IRPEF,  Addizionali,  Ritenute alla fonte,  Imposte sostitutive, IRAP e i crediti d’imposta da indicare nel quadro RU della dichiarazione dei redditi.